Semplicemente Dubrovnik - Trips'n'Memories Privacy Policy

Semplicemente Dubrovnik

È da un po’ che non scrivo un post, ma purtroppo ero impegnata con la tesi e nel concludere il mio percorso universitario (finalmente!). Ora potete chiamarmi Dottoressa 🙂
Come promesso nell’ultimo post, avrei dato alcune info su Dubrovnik, e sono qui per questo.

Come siamo arrivati a Dubrovnik?

Semplice, in nave, prenotata comodamente da casa a questo indirizzo, con cabina, colazione compresa e auto al seguito (utile ma non fondamentale, anzi i parcheggi pubblici di Dubrovnik sono anche un po’ costosi quindi, forse, meglio farne a meno).
Dove abbiamo alloggiato?
Al Dubrovnik Apartments Lapad, appartamentini molto confortevoli, ristrutturati di recente, vicini al mare e al centro di Lapad e, soprattutto, gestiti da una famiglia amorevolissima. Qui potete vedere la pagina Fb gestita da Antonio, il proprietario, basta inviargli un semplice messaggio e appena può risponderà, non solo per prenotare ma anche durante il vostro soggiorno, sarà sempre a vostra disposizione. Antonio, appena arrivati, nell’attesa del check-in ci ha accompagnati in un mini tour di Lapad, ci ha consigliato in quali locali andare e su quale spiaggetta abbronzarci e goderci il miglior tramonto di Dubrovnik.
Lui e la sua famiglia ci hanno offerto anche un ottimo dolce e un buon vino locale, portatoci in una delle giornate di pioggia, di ritorno dalla città antica per rifocillarci e risollevarci di morale e farci sentire sempre più come a casa nostra.

 

Dove abbiamo mangiato?
Alla Taverna Marijin Dvorac del Grand Hotel Park, la sera di Ferragosto, ottime pietanze, pesce grigliato a vista, musica dal vivo.

 

Da Bianco bistro-pizzeria, praticamente sotto casa, valida alternativa, prezzi nella media.
Nel centro di Dubrovnik, invece, abbiamo bevuto un buon vino al Wine Bar Matuško e abbiamo mangiato un’ottima crepe tra i tanti colori di Yogomania, in un vicoletto del centro. Inoltre, per gli amanti delle caramelle gommose, non potrà sfuggirvi Pirate Candy con i suoi negozi sparsi in tutta la città.
Ritornando a Lapad, è d’obbligo una sera al Cave bar “More”, un bar in una vera e propria caverna nata un po’ per caso.
Ovviamente questi sono solo alcuni dei tantissimi wine-bar, bar, ristoranti e bistrot di Dubrovnik e dintorni, è divertente addentrarsi nei vicoletti e salire le scale di questa città meravigliosa, quindi lascio a voi trovarne altri.
Per quanto riguarda la visita della città, delle mura e dei musei consiglio di comprare la Dubrovnik card, risparmiate qualcosina ed è compresa anche una guida e un biglietto dell’autobus. È disponibile per 1, 3 o 7 giorni. Quello di 1 giorno per noi è stato sufficiente, siamo riusciti a percorrere le mura, visitare 5 musei e usufruire dell’autobus.
Dove ci siamo tuffati?
Lapad beach, libera oppure lettino e ombrellone, è la spiaggia più grande di Dubrovnik attrezzata con bar, chioschetti, gelaterie, gonfiabili e giochi d’acqua. È vero, è un po’ affollata però Antonio ci ha suggerito un’insenatura a dir poco meravigliosa, riservata e molto comoda.
Altra spiaggia dove poter fare un bel bagno Copacabana beach, però un po’ scomoda da raggiungerla e piena di italiani.
Vicina a Dubrovnik si trova anche Mlini, piccolissimo villaggio, e anche lì è possibile crogiolarsi sotto il sole croato. Unica spiaggia con qualche lingua di sabbia. Per il resto, munitevi di scarpette, perché ci sono tanti sassolini.

Qualcosa mi sarà di sicuro sfuggita, ma vi posso assicurare che Dubrovnik val la pena di essere visitata, esplorata e goduta fino all’ultimo giorno.

 
“Il cuore mente, e la testa gioca strani scherzi, ma gli occhi vedono la verità. Vedi con i tuoi occhi. Ascolta con le tue orecchie. Assaggia con la tua bocca. Annusa con il tuo naso. Senti con la tua pelle. Dopo tutto questo viene il pensiero, solo dopo, e in tal modo potrai conoscere la verità.” 
– George R. R. Martin –